Message in a bottle

Quella mattina era uscito presto.
Aveva trascorso una notte agitata, si era svegliato di soprassalto, scoprendo di essersi attorcigliato in un lenzuolo madido di sudore.
Conosceva il motivo della sua agitazione.
Tra poche ore avrebbe avuto una risposta che poteva cambiare la sua vita, in un modo o nell’altro. Non restava che attendere.
Iniziò a camminare sulla spiaggia deserta. Era ancora l’alba, il sole aveva appena iniziato a colorare l’orizzonte ed un vento leggero faceva muovere la paglia degli ombrelloni chiusi, intervallati da sdraio appoggiate.
Più tardi, proprio mentre si sarebbe decisa la sua vita, quella stessa spiaggia si sarebbe riempita di bambini sorridenti, di donne bellissime o affascinanti, di gente simpatica con cui ridere e scherzare.
Ma lui non sarebbe stato lì a godere di quei momenti.
Sarebbe stato in un ufficio, grigio e severo, ad ascoltare un verdetto forse definitivo.
Continuò a camminare per un po’, poi prese un bastoncino ed iniziò a disegnare sulla sabbia un volto.
Un sorriso.
La sua donna.
Per quanto ancora non sapeva, ma era sua, e dormiva ancora, ignara di tutto, solo a poche decine di metri.
Arrivò un’onda e coprì tutto.
Il sorriso si sciolse sotto l’acqua.
 
 
Rimase a osservare la sabbia, rassegnato.
Poi si sedette oltre la linea dell’acqua e il suo sguardo si spinse un po’ più lontano, verso il mare.
All’improvviso, l’occhio colse un movimento: la risacca spingeva su e giù un oggetto.
Si avvicinò per vederlo meglio, poi lo raccolse.
Era una bottiglia.
Al suo interno, come nei vecchi romanzi d’avventura, c’era un pezzo di carta arrotolato. Tolse il tappo, srotolò il bigliettino, ma l’acqua aveva reso illeggibili alcune parole.
Lesse:
"Sei a una sv**ta della tua vita? Vuoi con***ce** il tuo fut*ro? Chiedi a noi!
Chiama subito il 199.123.456 e resterai so***sfatto!
P.S.: se non ti interessa, rimetti il bigl******* nella ***tiglia, prima o poi qualche ***so lo troviamo!"
Ed è proprio quello che fece.
 
 

(A volte, si cercano altrove risposte che abbiamo già dentro di noi)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cunti. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Message in a bottle

  1. PlacidaSignora ha detto:

    Già. E a volte sono proprio quelle che più ci fa male ascoltare.
    :-*

  2. Effe ha detto:

    non suggerite!

  3. Flounder ha detto:

    io ho telefonato, invece.
    ma non vi dirò nulla.

  4. manginobrioches ha detto:

    però a volte si trovano, altrove. (anch’io ho chiamato, ma era occupato)(doveva essere Flounder che intasava la linea)

  5. metallicafisica ha detto:

    Mai fidarsi dei “geni” trovati in una bottiglia, la lampada è sempre meglio:o)
    Un abbraccio, sorellona*

  6. BBSlow ha detto:

    “Non cercare la risposta fuori…”, diceva Guzzanti-Quelo.

    OT: lo so che non sono cose di cui sta bene parlare a una signora, ma considerando il tuo interesse per linguaggio e la tua provenienza mi perdonerai se ti segnalo questa pagina:

    http://www.superkappa.com/minchia/index.htm

  7. riccionascosto ha detto:

    A volte si interrogano gli altri per avere conferme. E questo, di solito, viene sfruttato da tanti che speculano, appunto, sulle debolezze umane.

    Però no, neanche se fossi sicura di avere le risposte giuste, io credo che comporrei quel numero. Mi sentirei in prigione, a conoscere in anticipo quel che avverrà.

    E non mi fido dei “geni” – di lampada o bottiglia che siano…

    (Slow, ti perdono senz’altro).

  8. briciolanellatte ha detto:

    Ultimamente sto cercando dentro di me ma non trovo più niente. Se becco quello che mi ha tolto i post-it…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...