Storie

Ci sono cose che ci aspettano, là fuori, e storie (Effe)
 
Ci sono storie di tutte le forme e dimensioni.
 
Storie piccole, che puoi chiudere in un taschino e tenerle contro il cuore;
Storie grandi, che ti riparano dall’acqua come un ombrello quando piove;
Storie segrete, che si svelano soltanto quando ne trovi la chiave;
Storie manifeste, così grandi  – in sei per tre – che devi allontanartene per poterle leggere;
Storie private, che si conservano a lungo in un cassetto chiuso, ma poi si bruciano in un istante a illuminare una notte buia;
Storie pubbliche, che luccicano come specchi ma spesso, come gli specchi, vivono solo di luci riflesse;
Storie antiche, quiete e polverose come gli scaffali di un archivio dimenticato;
Storie nuove, fresche e scoppiettanti come il pop-corn appena fatto;
Storie morbide, come una sciarpa per avvolgerti quando fa freddo;
Storie dure, affilate e taglienti come una lama di rasoio;
Storie leggere, per ridere in una giornata di nebbia;
Storie pesanti a raffreddare l’afa estiva;
Storie colorate per far giocare i bambini;
Storie nere per spaventare gli adulti;
Storie  compiute, che camminano all’indietro come i gamberi;
Storie accennate, che guardano avanti, per afferrare il futuro.
 
Ci sono storie a milioni, là fuori…
 

Ma oggi, non riesco ad afferrarle.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ammatula. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Storie

  1. PlacidaSignora ha detto:

    A me basta ascoltarle. 🙂

  2. IlNino ha detto:

    É normale che alcuni giorni venga voglia di ascoltare un po’ di silenzio.. 😉

  3. Effe ha detto:

    lo si sa, lo si sa già: sono le storie che afferrano noi.
    Non si può inseguire, né fuggire, ma solo raccontare

  4. BBSlow ha detto:

    E’ già così difficile afferrare la propria…

  5. riccionascosto ha detto:

    Lo so, lo so, avete ragione tutti.
    Ma a volte capita di vederle, di sentirle arrivare addosso, quasi a sfiorarti, e poi fuggire via… come in questi giorni.

  6. Flounder ha detto:

    ho progettato una trappolina per storie. somiglia a quelle dei topi, solo che non si usano i pezzetti di formaggio.
    (non posso dirvi altro, è in attesa di brevetto)

  7. lotrovassi ha detto:

    Per un pelo… (è solo il titolo, il resto m’è sfuggito).

  8. metallicafisica ha detto:

    Alcune rimarranno per sempre solo “storie pensate”…
    Un abbraccio, sorellona

    OT: per le foto, ancora niente da fare ma c’è stato il resettaggio che probabilmente ha complicato di pù il tutto… ma grazie ancora per i link***

  9. Viscontessa ha detto:

    le mie storie arrivano di notte e si dissolvono la mattina…

  10. riccionascosto ha detto:

    Lotrò, il titolo però è promettente. Un piccolo sforzo, suvvia.

    Sorellona, mi spiace per le foto (ma anche no, si vede che doveva andare così). Riferirò al consorte i tuoi ringraziamenti. :**

    Vis, però a volte ti restano appiccicate tra le dita (per fortuna nostra)

  11. Giocatore ha detto:

    Ma sai che questo tuo testo è molto musicale? Viene voglia davvero di musicarlo (ma non ne sono capace…). Prova a rileggerlo come cantandolo, immaginaci un’armonia sotto, quella che vuoi. (ad esempio, che so, una “Notte in Italia” di Fossati, un po’ come fa Rocco Tanica a Zelig…)

    Mi è piaciuto davvero.

  12. saltino ha detto:

    Il foglio bianco, qualcosa di antico come la carta.

  13. Viscontessa ha detto:

    più che altro incollate alla tastiera…come la maionese, i pezzettini di tabacco, lo smalto per le unghie…..

  14. riccionascosto ha detto:

    Giocatore, grazie (ma neanch’io sono capace di musicarla)

    Saltino… più antico ancora. Pensa alle tavole di Mosè. Prima di riempirle… fulmini e saette!

    Vis: Maionese, tabacco, smalto… tutti collanti, in un modo o nell’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...