Zitto e mosca

C’è una mosca, qui, che ha adottato la mia scrivania.
Fuori fa caldo e lei viene dentro, a rinfrescarsi con l’aria condizionata.
Aria… aria anche nel cervello, che non riesce a elaborare pensieri compiuti.
E allora proviamo a raccogliere le idee; se non si trovano parole nuove, riordiniamo almeno le vecchie.
Oppure proviamo a fare come la mosca, e anziché sul guanto di Giulietta proviamo a volare di post in post, tessendo legami tra  le parole altrui (certamente migliori) e i ricordi di parole che ho già scritto, ridestati dalle nuove letture. 
Sarà il solito “esercizio di link” di cui si lamenta Fdd, vi avverto.
Per cui, se non vi aggrada, potete volar via.
Epperò è anche un po’ colpa sua, se li faccio.
Perché le sue sinestesie tra parole e colori mi fanno ricordare nomi quasi dimenticati, e i suoi silenzi me ne riportano alla mente altri, che per me sono pieni di sfumature.
E così parole, colori e silenzi si mescolano fra loro.

Io, nel frattempo, mi riposo un po’.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ammatula, pizzini. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Zitto e mosca

  1. fuoridaidenti ha detto:

    ho fatto il giro, mi c’è voluto un po’, ho gli occhi arrossati e una girandola di colori, sto zitto, che la confusione impera. imparo. impara.

  2. Gemisto ha detto:

    L’Oceano Di Silenzio
    (di Franco Battiato)

    Un Oceano di Silenzio scorre lento
    senza centro né principio
    cosa avrei visto del mondo
    senza questa luce che illumina
    i miei pensieri neri.
    (Der Schmerz, der Stillstand des Lebens
    Lassen die Zeit zu lang erscheinen)
    Quanta pace trova l’anima dentro
    scorre lento il tempo di altre leggi
    di un’altra dimensione
    e scendo dentro un Oceano di Silenzio
    sempre in calma.
    (Und mir scheint fast
    Dass eine dunkle Erinnerung mir sagt
    Ich hatte in fernen Zeiten
    Dort oben oder in Wasser gelebt)

  3. Minervaa ha detto:

    mi ha affascinato il discorso sui colori;ad ognuno il suo nome e le sue sfumature.il cremisi…..
    a questo proposito soto il segno della mia iniziale:
    Circa cento cicli corsi, certa creatura carina con corti capelli chiari coperti, come capitava, con cappuccio color cremisi, chiamata Cappuccetto Cremisi, conviveva candida casetta campagnola con cani, canarini, cocorite, colombelle, certamente con colei che concepì Cappuccetto Cremisi.

    ehm….fa caldo, bye, bye

  4. Minervaa ha detto:

    sotto

  5. Effe ha detto:

    zac!
    (la mosca, dico)

  6. riccionascosto ha detto:

    Fdd: Imparo. A volte in silenzio, a volte no.

    Gemisto: il silenzio non è sempre calma, però.

    Minervaa: caldo, caldo certamente.

    Herr Effe: shh! (poverina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...