Autumn leaves

Stavo andandole incontro, eppure non l’avevo riconosciuta.
Non so se fu il passaggio dalla strada assolata alla galleria in penombra a confondermi; forse fu solo che – come ogni volta – il mio sguardo era attratto verso l’alto, dove donne e virtù impreziosivano le pareti.
Con la coda dell’occhio vidi la figura seduta stancamente davanti alla saracinesca chiusa; neanche lei, però, mi fu di preavviso.
Ingannevole persino l’abito della festa di cui si era vestita, quasi a mascherare di allegria la sua autunnale tristezza.
E di certo nulla, in quel giorno, faceva presagire l’autunno imminente: né il cielo, azzurro e solo spruzzato di bianco, né la temperatura o l’abbigliamento dei passanti che, in fuga dal sole della controra, si affrettavano anzi a trovare riparo nell’ombra.
La musica li accoglieva, riempiendo quello spazio – severo e morbido a un tempo  – di un saltellare gioioso.
Seguii il suono, cercandone la fonte.
Un giovane uomo sedeva al centro della galleria suonando la fisarmonica. Davanti a lui, un tamburello rovesciato su una cassetta della frutta, anch’essa di traverso.
Iniziavo a capire; l’uomo me ne diede involontaria conferma, variando il ritmo mentre attaccava il ritornello.
In quell’istante, la voce di Natalie Cole salì dalla memoria a riempire di nostalgia le note – finora allegre – che avevo ancora nelle orecchie.
Fu così che la riconobbi, proprio mentre la lasciavo alle mie spalle.

Non era una tarantella, no, e neanche una canzonetta.
Erano foglie morte, che raccolgono i ricordi e i rimpianti

E annunciavano l’autunno ormai alle porte.

(il luogo, le parole)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cunti, facce conoscenti. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Autumn leaves

  1. Gemisto ha detto:

    L’autunno, veramente, non è alle porte… è già entrato!!

  2. riccionascosto ha detto:

    Oggi sembra aver fatto marcia indietro, invece.

  3. Effe ha detto:

    è ancora estate, ma è un bel post

  4. metallicafisica ha detto:

    quoto Effe, per entrambe le AFFErmazioni, sorellona***

  5. riccionascosto ha detto:

    Immagino che, in effetti, sia l’affetto che vi fa parlare (per quanto quest’ultimo ed Herr Effe siano apparentemente incompatibili)

  6. anonimo ha detto:

    aveva le chiavi

  7. riccionascosto ha detto:

    Già, ma forse per ora le ha perse (speriamo, ancora per un po’)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...