Leggendo e tacendo, che male ti fo?

(pensierini sul Delurking day)

Se per caso vi fosse sfuggito, ieri era il delurking day. Anzi, per dirla meglio, sono i delurking days (secondo alcune fonti dall’11 al 15, secondo altre… ma alla fine, non importa).
E cioè?
Cioè i giorni in cui i lettori che solitamente guardano e non favellano (lurker) sono invitati a palesarsi, con un saluto o altro.
Si suppone quindi che debba farlo anch’io.
Invitarvi a uscire allo scoperto, intendo.
Però mi rendo conto di quanto, nell’ultimo periodo specialmente, io stessa sia preda di un’afasia da commenti. Scrivo, e magari delle fesserie, sul blog, ma ho pudore di farlo su quelli altrui, anche se li leggo. E poi, come scrive anche Zu, ci sono due tipi di lettori, anzi tre, anzi… e ci sono moltissimi motivi per cui si finisce col non commentare: noia, disinteresse, pigrizia, ammirazione, emozione, timidezza (ne avete altri?); ognuno dovrebbe quindi essere libero (e lo è, di fatto) di fare ciò che vuole.
Ma poi, con tutti i sistemi di statistica, gli ip, i pop-up di splinder che ti dicono chi sta visualizzando il tuo profilo (e, si presume, da questo arrivi al blog), è davvero possibile passare e leggere senza lasciare tracce?
Credo di no.
E quindi questo non è un invito a uscire allo scoperto, anche se mi farebbe piacere.
Anche per due motivi: uno, che con il mio nick, di inviti a non restare nascosti non me ne posso permettere; uno, che non sono solita chiedere ciò che non si è disposti, volontariamente a fare, e uno che di molti (diciamo qualcuno, non sono poi così tanti) lettori silenziosi di Trìspito conosco benissimo l’identità, e li saluto con un cenno del capo quando li vedo passare.
Come dite, non sono due, ma tre?
E allora ci aggiungo il quarto: che nessuno, quando va a leggere un blog, si aspetta di essere stanato dalla Santa Inquisizione (grazie ancora, Zu, per il link)

(Intanto, invece, grazie a chi passa di qua, anche in silenzio, e continua a passare, Dio solo sa il perché :P)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in sperciate, trispito. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Leggendo e tacendo, che male ti fo?

  1. Zu ha detto:

    (piano pianissimo noi qui passiam, piano pianissimo senza fiatar…)

  2. didolasplendida ha detto:

    alle volte è tutto talmente perfetto che un commento, uno solo, farebbe svanire la perfezione
    lo so sto esagerando 🙂
    io per esempio o ho il commento veloce, quello a domanda risponde, oppure su un post ci devo tornare più volte e quando mi sembra di avere qualcosa di intelligente da dire pluff è stato superato da un altro post ed io non commento più, perchè mi sembra di creare disordine richiamando post precedenti all’ultimo
    ma quanti problemi inutili che mi faccio vero?
    ciao ricciolina

  3. riccionascosto ha detto:

    Zu, zitti zitti 😉

    Dido, come dicevo anche a me capita, quindi non mi sorprendo, né mi preoccupo (però tu sì, ti fai troppi problemi) 😉
    Ciao, Didò 🙂

  4. metallicafisica ha detto:

    io passo per la parentela e perché, lo sai , son masognista… magari mi pungo con qualche aculeo, visto mai:)****

  5. anonimo ha detto:

    siete ben vanitosi voi blogghisti nè 🙂
    buone cose riccio!
    la fu

  6. riccionascosto ha detto:

    Sorellona, ormai non mi illudo neanche più, di pungere, dopo che mi hanno chiamata “aculei morbidi“. (Però voi non abassate la guardia. L’altro giorno il mio ex capo, che mi conosce da ormai vent’anni, diceva che sono buona come il pane, ma ogni tanto escono fuori gocce di acido puro).

    Fu’, vanità, il tuo nome è blogger? Un po’ sì, un po’ sono insicurezze. Se ne parlava tempo fa da Flounder, dopo un convegno sui blogger (sì, vanitosi anche in questo caso) 😉

  7. metallicafisica ha detto:

    Guardia altissima ho!:(

    ps: quell’obbrobrio sotto stava a significare masochista, ovviamente:)))

    Buongiorno acidona, se oggi ci scontrassimo dovremmo indossare tute antiacidità:))))***

  8. BBSlow ha detto:

    Io silenzioso lo sono soltanto dal vivo, che sui blog, invece, divento presenzialista e logorroico. 🙂

    Niente birra, niente caffè… Facciamo un thé, e chi non è con noi, peste lo colga!

  9. riccionascosto ha detto:

    Sorellona, per ora siamo a livello verde (non acido, ma sorriso) Appena arriviamo all’arancione, ti avviso. :)))

    Slow, d’accordo per il thé (sulla peste altrui, sono incerta, però). Dimmi dove e quando…

  10. metallicafisica ha detto:

    Io ho riso un sacco ieri sab, ma altro che arancione… rosso diabolicum!:(***

  11. Effe ha detto:

    d’accordo, mi manifesto infine

  12. riccionascosto ha detto:

    Rosso diabolicum… come questo?

    Herr, lei di manifesti in questo periodo ne produce già abbastanza…

  13. metallicafisica ha detto:

    Riccio= mai interpretazione di un colore fu più azzeccata:)***

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...