Nati stanchi

Nel fine settimana, sono stata a Palermo a trovare i miei, come accade abbastanza spesso.
Le strade sono tappezzate di manifesti elettorali (quasi tutti di una “parte”, che evidentemente ha maggiori fondi pubblicitari) in vista delle prossime comunali, a metà maggio.
Volti noti e meno noti, facce patinate messe in mostra, speranze e promesse che saranno più o meno deluse.
Domenica pomeriggio, a casa di parenti, una videocassetta ormai tremolante ci rimanda le immagini di un film che non avevo mai visto: Nati stanchi, con Ficarra e Picone.
(Nel film – ed è stata una bella sorpresa –  oltre ai protagonisti, buona parte dei comici e cabarettisti di Palermo e provincia; anche uno dei Cavernicoli, quelli di "cintura di castità". Ma che stavo dicendo?).
Mentre i bambini sciorinano le battute in sincronia quasi perfetta con ciò che arriva dal tubo catodico, sullo schermo scivolano le immagini di un’altra campagna elettorale e due comizi, cui assiste l’identico pubblico.
Il primo, di una pasionaria che denuncia le condizioni del paese, gli illeciti, la scarsa occupazione, la necessità di cambiamento.
Il secondo, di un distinto signore in giacca e cravatta che promette un luminoso destino a questo paese dell’entroterra siciliano: farne – con il modico costo di cinque cannoni sparaneve – una stazione sciistica.
Il pubblico?
Una piazza deserta, nella quale spiccano tre sedie e quattro spettatori, sulla cui attenzione non si potrebbe giurare.
 
Eppure…
Eppure qualcosa debbono averla sentita, perché dall’indomani una nuova moda si diffonde per il paese.
Si inizia con l’uso degli scarponi doposci, “inaugurato” in una seduta dal barbiere da Don Ciccio (un Burruano in gran forma), e subito imitato da buona parte della cittadinanza, che di tanto in tanto si vede passeggiare per la piazza con degli sci sulle spalle. Arriva pure uno spazzaneve, con tanto di manifesti elettorali.
Se la vicenda fa da contorno alla trama principale del film (ma la sua presenza non credo sia casuale), la mente ritorna alle confidenze di un amico, candidato a una delle precedenti tornate elettorali, che raccontava come gli fosse stato raccomandato di non fare tentativi di campagna in alcune zone della città perché “tanto è inutile, si sa già i voti a chi andranno”, e passeggiando per le strade del quartiere ciò era particolarmente evidente.
 
Non so quale sarà il risultato delle prossime elezioni, anche se temo di immaginarlo. Spero solo che, in futuro, non servano scarponi doposci.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ammatula, ficurinnia. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Nati stanchi

  1. fuoridaidenti ha detto:

    Già uno slittino o un bob sarebbe meglio 🙂

  2. lotrovassi ha detto:

    Resto sempre stupito sulla “capacità” di pilotare i voti, in ipotesi segreti.

    Che poi, servisse, potrebbe essere quello un primo passo: la garanzia della segretezza.

    Ma non so se davvero lo si voglia: in fondo è comodo così, la gara elettorale non truccata non interessa, non interessa neppure poter smettere di lamentarsi. Senza riferimento per nessuno, sia chiaro, siamo tutti colpevoli.

  3. riccionascosto ha detto:

    Fdd: già, così toccherebbe appaltare anche le relative piste. Potrebbe essere un’idea…

    LoTrò: domenica sera ho seguito uno scorcio dello speciale TG1 sulle elezioni francesi. Un diciottenne, al primo voto, si lamentava della sperimentazione del voto elettronico: “dopo ciò che è successo in Florida”, diceva “non mi fido”. E poi, in caso di contestazione, dove trovare le tracce originali, si chiedevano altri.
    Quindi no, non credo ci sia una peculiarità dell’uno o dell’altro: in certe cose, tutto il mondo è paese. Magari, qualcuno è più specializzato…

  4. lotrovassi ha detto:

    E’ un problema tecnico, Riccio. Come tale risolvibile, se lo si volesse…

  5. riccionascosto ha detto:

    Appunto, se.
    E se un diciottenne al primo voto nutre già una tale sfiducia nel sistema, non depone certo a favore di chi lo ha preceduto.
    Poi, si sta parlando della Francia. E lasciamo stare quello che sta accadendo in Nigeria (volevo mettere un link, ma non è possibile; però si possono scorrere le notizie qui)

  6. metallicafisica ha detto:

    Non è che quel giorno avevan visto tutti “Nati Stanchi”?

    però col caldo che fa a palermo la vedo dura “governare” con i doposci ai piedi… soprattutto la vedo dura andare in spiaggia:)

  7. riccionascosto ha detto:

    Sì, infatti, Sorellona.
    Io poi, come ben sai, detesto avere i piedi troppo caldi… 😉

  8. RoseBlueDream ha detto:

    Ficarra e Picone sono fortissimi, mi piacciono un casino come coppia di giovani comici.
    Siciliani di origine nati e cresciuti professionalmente al caberet di Milano, al ciak e a zelig…
    Da non perdere…
    Un caro saluto!

  9. riccionascosto ha detto:

    Eh, sì, RoseBlueDream (benvenuta), da non perdere. Ho visto da poco “il 7 e l’8” e ho riso fino alle lacrime. Sarà che in certe cose ho riconosciuto proprio la vena palermitana, ma certo è che sono proprio bravi.

  10. Effe ha detto:

    nel caso, vi possiamo prestare una dozzina di amminstratori pedemontani, che con doposci e ramponi ci hanno confidenza di già

  11. riccionascosto ha detto:

    Immagino di sì, Herr, specialmente dopo le recenti esperienze. E chissà, magari a voi servirebbe qualcuno che abbia esperienza nel gestire la penuria d’acqua. No, speriamo di no.

  12. lotrovassi ha detto:

    Da quando vi sarebbe mobilità nel settore amministrativo ? Ero rimasto alla a-movibilità.

  13. riccionascosto ha detto:

    Ma qui si parlava di consulenze, dr LoTrò. Incarichi aggiuntivi, ed eventualmente remunerati di conseguenza.

  14. lotrovassi ha detto:

    Già, con la giusta mercede(s) per gli spostamenti del caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...