Tutta mia la città…

In un libriccino che vi consiglio di leggere, Roberto Alajmo scrive, a proposito di Palermo: “La Città è così. È fatta a strati. Ogni volta che ne sbucci uno ne resta un altro da sbucciare”.
Come le cipolle.
Ma non è così solo per Palermo.
Tutte le città, a loro modo, offrono piccole parti segrete di sé a chi le vuole esplorare. E Buràn, questa volta, ci guida nel percorso offrendoci finestre da aprire, zigzagando nel traffico o, semplicemente, fermandosi davanti a un vecchio in difficoltà.
Strati di polvere, di indifferenza o di stupore, di sudore e disperazione sono pronti per essere sfogliati.
Ma il viaggio non finisce qui.
Perché di strati è fatto anche l’animo umano, e le distanze non si superano solo fisicamente. A volte basta solo una parola, altre un gesto.
E da certi viaggi, è difficile tornare indietro.
UPDATE: il sito di Buràn è stato spazzato via dal vento degli anni. Ma anche il vento più forte lascia qualcosa dietro di sé, e nella rete le briciole rimangono quasi sempre. Perciò, se siete curiosi, ecco una raccolta delle storie sul secondo numero di Buràn: LA_CITTA
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in buràn, pizzini, trispito e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Tutta mia la città…

  1. Effe ha detto:

    il viaggio non finisce mai

  2. riccionascosto ha detto:

    Grazie, Gemisto, per la segnalazione.

    Vero, Herr. Prende solo altre forme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.