Ottobrate (romane e non)

Dopo una fine di settembre piovosa, in questo primo scorcio di ottobre è tornato il sole, a volte velato ma caldo.
Sono le ottobrate romane, che poi erano la scusa per gite fuori porta, scampagnate e … abbuffate, perché no.
 
Sole di giorno + fresco di notte = raffreddore, più che altro, o una febbriciattola fastidiosa e strisciante se non si è fortunati. Ma vabbè, andiamo avanti.
 
Ottobre – questo ottobre, perlomeno – è anche il mese scelto da Emergency  per la campagna “Diritto al cuore” a sostegno del Centro «Salam» di cardiochirurgia  inaugurato a Khartoum lo scorso aprile.
 
Nel comunicato stampa diffuso a questo proposito da Emergency si legge:
 
Il Centro «Salam» di cardiochirurgia di Khartoum – costruito e gestito interamente da Emergency – offre gratuitamente assistenza sanitaria a bambini e adulti affetti da patologie cardiache, in particolare malformazioni congenite e patologie valvolari originate da febbre reumatica.
Il Centro è l’unica struttura specializzata gratuita disponibile in Sudan e nei nove paesi confinanti, dove le cardiopatie congenite e quelle acquisite in età pediatrica sono la seconda causa di mortalità infantile.
In attesa di costruire cliniche satellite nei paesi limitrofi per lo screening dei pazienti cardiopatici e la necessaria assistenza postoperatoria, presso il Centro «Salam» sono già stati operati pazienti del Sudan, della Repubblica Centrafricana, dell’Eritrea e del Ruanda.
 
 
Per tutta la durata della campagna (1-31 ottobre) sarà possibile, per tutti gli utenti Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia, inviare un SMS al numero 48587 del valore di 1 euro oppure effettuare allo stesso numero una chiamata da rete fissa Telecom Italia del valore di 2 euro. I gestori di telefonia devolveranno l’intero ricavato a Emergency.
 
Ora, lo so che alcuni di voi parleranno, a questo proposito, di “carità pelosa” e del fatto che con questo non ci si pulisce certo la coscienza e blablabla, ma io penso questo: se ogni giorno rinunciamo almeno a un caffè per un sms di questi – è più facile che andare a fare una donazione più consistente, e anche più immediato – sarà comunque qualcosa in più per una causa giusta. Saremo anche un po’ meno nervosi (il che è anche un bene).
 
E poi, come si dice: “Ogni ficatieddu ‘i musca è sustanza”.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pizzini. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ottobrate (romane e non)

  1. metallicafisica ha detto:

    Visto che c’è tempo fino al 31 ottobre non appena mi riattiveranno la sim invierò un sms…
    quindi non cancellare il post:-*

  2. giuba47 ha detto:

    Grazie per la segnalazione

  3. riccionascosto ha detto:

    Sorellona, e perché mai dovrei cancellarlo? (tu sbrigati, però) 🙂

    Prego, Giuba, non c’è di che

  4. metallicafisica ha detto:

    non dipende da me l’attivazione della nuova sim!

  5. manginobrioches ha detto:

    la carità va fatta quando non ci pensi troppo. sennò è davvero pelosa. un sms mi pare un buon modo. ciao

  6. riccionascosto ha detto:

    Sorellona, so anche questo, ma che si sbrighino gli altri, allora (poi, magari, nel frattempo, usa la sim di Max, no?)

    Brioche, hai ragione. D’altronde, meglio che la sinistra non sappia cosa fa la destra (a proposito di non pensare). E un sms si scrive con una mano sola… 😉
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...