Scaffali

Fino a poco tempo fa si tuonava sulla pericolosità delle discoteche (luoghi di perdizione, droga ed alcol, chi più ne ha più ne metta) ma, date retta a me, i luoghi più letali – almeno per il mio portafoglio – sono altri.

Uno in particolare: le librerie.

Ieri sono andata in giro per regali di natale (secondo round, il primo già effettuato in tempi non sospetti) e dopo aver visitato tre librerie il mio bottino era costituito da sei libri e due dvd.
Piccolo particolare: tre dei libri erano per me, e uno dei tre lo possedevo già, solo in una edizione diversa. Mentre, facendo parte di una serie, mi faceva piacere averlo nella stessa edizione dei suoi simili. Una edizione economica, per fortuna (delle mie tasche).

Domenica parlavo con Zeta di libri (a proposito, grazie al Nino per il regalo anticipato di Natale, addirittura con autografo del grande Pratchett :))) ) e dicevo che per un poco avrei fatto a meno di comprarne altri, visto che ho ben due scaffali pieni di quelli in stand-by (senza contare quelli sparsi qua e là nelle librerie, frutto della "fusione" tra i miei libri e quelli del consorte, e che non ho ancora toccato).

E infatti… non ci sono riuscita.
Peccato che la mia velocità di lettura non sia affatto uguale a quella di acquisto, almeno nell’ultimo periodo. E così gli scaffali si riempiono…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ammatula. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Scaffali

  1. metallicafisica ha detto:

    Ho appena sistemato una stanza (quella di Federica) dove i libri erano ammucchiati persino sotto al letto. Non voglio comprare una libreria almeno fino al prossimo dicembre:)*

    ps: a comprare libri ci pensa Max:)

  2. Zeta1977 ha detto:

    ammazza hai resistito esattamente …uhm 2 giorni??? 😛

    complimentoni :-PP
    io manco ci provo a resistere… e’ inutile 😛

    Bhe almeno dicci che libri hai comprato!!

  3. riccionascosto ha detto:

    Sorellona, a casa nostra le librerie le fa il consorte. È diventato bravo, ma le ultime hanno ormai 7 anni e traboccano; il guaio è che non c’è spazio per altre, almeno per ora. I libri li compro io, di solito; lui accresce la collezione in occasione di imprevisti ritardi aerei…

    Zeta, nessun segreto: ho ri-comprato Il colore della magia (che avevo, ma nella collezione Urania Fantasy) e poi ho comprato Sorellanza stregonesca (entrambi di Pratchett) e La maschera e le tenebre, terzo volume (ma per le dimensioni della trilogia, potrebbe essere comodamente il sesto) della trilogia dedicata a Phedre ‘no Delaunay (“Ama a tuo piacimento”, il suo credo come servitrice di Kushiel) da Jacqueline Carey.
    Ora però mi fermo davvero, o mi troverò doppioni a Natale 😉

  4. didolasplendida ha detto:

    a me è sempre bastato solo vederli annusarli per stare meglio
    tutta quest’abbondanza mi prende allo stomaco come quei tavoloni imbanditi e va a finire che non prendo niente

  5. riccionascosto ha detto:

    Dido, io dico sempre così (e lo penso, anche), ma poi finisce che non riesco a uscire da una libreria a mani vuote…

  6. cybbolo ha detto:

    non parlarmi di libri in stand-by perché mi viene da piangere: li vedo nella notte che brillano intermittenti e sento delle vocine che dicono ‘leggimi, leggimi’…

  7. stayhard ha detto:

    Ti aspettiamo nel Forum Ciao!

  8. sfigablog ha detto:

    inutile farsi prendere dai sensi di colpa. io sono riuscita ad avere crisi bulimiche di acquisto libri con piccolo rigetto alla cassa.

    ero quasi salva qui, in terra straniera, fino a che leggere in inglese non ha smesso di spaventarmi ed ecco che ad ogni trasloco (siamo gia’ a quota quattro indirizzi in due anni, il nomadismo e’ mio) il numero di scatoloni pesanti aumenta.
    con il rosso che minaccia di buttare

    via tutti i miei libri una volta che andremo a vivere insieme percheì dice che la mia idea di uno studio con camino, poltrona e pareti tappezzate di libri e’ sacrilega.

    …ma lui e’ cresciuto in una casa nella quale ha dovuto dividere la camera con 4 fratelli. la stessa camera nella quale oggi sta da solo, quindi trova useless l’idea di conservare un libro una volta letto.

    come trova eccessiva la mia tendenza all’acquisto. chi diceva mogli e buoi dei paesi tuoi? 😉

  9. riccionascosto ha detto:

    Cyb, io ho smesso di caricare libri su anobii perché il numero dei “non iniziati” lievitava paurosamente. Così almeno camuffo.
    (Poi, per non vedere la pila ne ho sparsi alcuni mimeticamente in varie stanze della casa. Per un po’, funziona)

    Stayhard, il forum, sì. Ciao.

    eh, Mdd, ma il rosso varrà pure qualche sacrificio, no? 😉
    In quel caso, potresti suggerire un compromesso: di pareti ne tappezzi una sola. Magari quella senza camino, così c’è più spazio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...