Chi vince, ride?

A votazioni avvenute, il risultato non è proprio quello che avrei voluto vedere, ma mi sembra piuttosto netto.

Mi interrogo sugli errori degli exit-poll – me lo dico ogni volta, è come se chi è intervistato si vergognasse di dire la verità sul proprio voto, o è proprio che la metodologia è errata? – ma poi, hanno poca importanza le parole, rispetto ai fatti.

Flounder stamattina ci ricorda una canzone di Gaber, a me non esce dalla mente una canzoncina che cantavano a "Indietro tutta" (e quasi scommetterei che fosse la canzone del Nord): "Abbiamo vinto, non si divide, chi vince ride AH AH AH AH!"

Non avendo vinto, non rido affatto. Ma temo che l’atteggiamento di chi ha vinto sia proprio quello… e mi viene ancor meno da ridere.

Tra parentesi – e non tanto – vedo che gli unici tre senatori U*C vengono dalla Sicilia (e non ho bisogno di guardare per sapere chi sia il primo) e l’umore non migliora.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ammatula, ficurinnia. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Chi vince, ride?

  1. IlNino ha detto:

    Ehhhh. Questa volta è dura. Si sente proprio l’unto del signore.
    Lo so, quella dei 3 senatori UDC è una brutta botta, ma anche qui non si scherza. Se esco di casa una persona su 5 che incrocio è un leghista… ^^;

  2. riccionascosto ha detto:

    Io credo che alla fine dei cinque anni quelli che rideranno saranno pochi.
    E questa cosa della Lega mi impensierisce (in Lombardia quasi il 25%, togliendo voti proprio alla Sinistra Arcobaleno, sembrerebbe).

    Ma quella dei tre senatori era prevedibile… (anzi, sinceramente pensavo peggio).

  3. metallicafisica ha detto:

    freddo intenso… inoltre anche qui, come a Roma si andrà al ballottaggio per le comunali… e non lo veo bene in “nostro” candidato…

    OT: sorellona ti ho eletta da mf:)***

  4. anonimo ha detto:

    Considerata la dimensione piccolissima del campione usato per calcolarli, gli exit poll sono precisi.

  5. riccionascosto ha detto:

    Sì, dal punto di vista statistico lo sono, e non entro nel merito della scelta del campione, o della sua significatività.
    Mi chiedo però quanto le persone rispondano con sincerità alla domanda.
    Ieri parlavamo di questo con alcune amiche, tutte deluse dal voto.
    La maggior parte delle mie conoscenze ha votato a sinistra (o almeno così dice).
    E allora?
    La risposta più probabile è che la mia rete di conoscenze gravita(va?) nel “bacino elettorale” della sinistra (o del centro, tuttalpiù), mentre quello della destra è altro.
    E poi ci sono i voti “di protesta”, e la risultante è questa qui.

    (Poi, benvenuto, Adrix. Non ci si incrociava da un po’)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...